Tutto su Igiene e Pulizia

In questa sezione ci occuperemo di approfondire l’argomento della pulizia dei pavimenti e dei tappeti dandovi alcuni consigli pratici per ottimizzare l’utilizzo del vostro aspirapolvere in modo da avere sempre un ambiente sano e pulito in cui vivere.

Samsung VC07F50VNRPCominciamo subito con una precisazione sul significato delle parole “igiene” e “pulizia”, concetti strettamente legati l’uno all’altro, ma profondamente diversi.
La presenza di uno non implica per forza anche l’altro, qualcosa di pulito infatti non è per forza anche igienizzato,: il termine pulizia sta infatti ad indicare qualcosa che non mostra visibilmente tracce di sporco, macchie o altro, fermandosi quindi ad un livello superficiale. Il concetto di igiene invece è più profondo ed indica l’assenza di batteri, acari , allergeni e di tutte quelle microparticelle non visibili ad occhi nudo.
Per un ambiente sano e sicuro sono necessarie sia la pulizia che un’igiene più profonda, andiamo quindi a scoprire come ottenerle parlando nello specifico di pavimenti e in generale di quelle superfici che possono essere trattate con aspirapolvere, macchine al vapore e aspiratutto.

igiene e puliziaLe fasi della pulizia

I tipi di pulizia sono essenzialmente due: la prima è la rimozione dello sporco e della polvere (a mano o tramite il supporto meccanico di alcuni elettrodomestici, come l’aspirapolvere ad esempio), la seconda fase invece implica l’utilizzo di sostanze disinfettanti che eliminano batteri, funghi e muffe igienizzando a fondo gli ambienti. Si può ricorrere a diversi tipi di detergenti più o meno potenti ed è sempre bene leggere attentamente le istruzioni di questi prodotti dato che alcuni possono essere anche dannosi o pericolosi ed è bene maneggiarli con cura, lontano da bambini o animali ( candeggina, trielina, etc…).
Una validissima alternativa ai prodotti chimici è l’uso del vapore, l’alta temperatura elimina in modo naturale microbi e batteri lasciando la casa pulita e libera dai cattivi odori dei prodotti chimici in modo del tutto ecologico.

Qualche consiglio pratico

Innanzitutto è bene ricordare che per una pulizia più efficace bisogna sempre cominciare dall’alto: pulire i pavimenti prima di fare la polvere sui mobili non avrebbe alcun senso perché lo sporco ricadrebbe nuovamente sulle superfici più basse vanificando così tutti gli sforzi precedenti. Cominciamo quindi sempre dalle parti più in alto come i lampadari, ad esempio, o togliendo le ragnatele dai soffitti, degli angoli e dalle porte. Passiamo poi alla pulizia degli stipiti delle porte e delle finestre, ai mobili e ai pensili procedendo così fino al pavimento.

turbo-spazzolaQuale spazzola?

Come dicevamo, la prima fase è quella dell‘eliminazione della polvere e dello sporco più grossolano dai mobili e dal pavimento e in questa fase vengono in nostro aiuto aspirapolvere e scope elettriche e bisogna prima di tutto scegliere il giusto accessorio in base alla superficie da trattare: moltissimi aspirapolvere vengono già venduti con un buon set di accessori inclusi che vanno a coprire le esigenze più o meno di qualunque casa.
spazzola multi-funzionePer quanto riguarda i pavimenti è bene scegliere correttamente il tipo di spazzola da utilizzare, una spazzola studiata per un certo tipo di superficie potrebbe danneggiarne un’altra: il parquet, ad esempio, si riga facilmente ed è quindi preferibile una spazzola con le setole morbide, mentre per i tappeti sono meglio quelle lisce o le turbo-spazzole che ruotando riescono a pulire bene senza bloccarsi e ad eliminare peli e capelli incastrati nelle fibre.
Molte spazzole poi sono studiate per essere multiuso, per essere cioè utilizzate su diversi tipi di pavimento, solitamente pavimenti duri e tappeti, schiacciando una levetta infatti le setole si ritraggono in modo da scorrere agilmente su moquette e tappeti. Questa funzione è particolarmente utile se si deve passare spesso da una superficie all’altra perché evita di dover cambiare ogni volta l’accessorio.

pulizia spazzoleAltri accessori

Gli altri accessori comunemente inclusi nella fornitura base del vostro aspirapolvere sono di solito tre: la bocchetta a lancia, quella per gli imbottiti e l’accessorio multi-funzione con le setole.
La bocchetta a lancia è particolarmente utile per pulire gli angoli e le fessure e, in generale, tutti gli spazi piccoli e difficili da raggiungere o dove la spazzola normale non riesce ad essere efficace ( ad esempio sopra i battiscopa ). Alcuni modelli sono anche dotati di una particolare bocchetta a lancia che grazie al suo snodo flessibile permette di passare anche in spazi particolarmente angusti.
Dyson DC52 Animal TurbineLa bocchetta per imbottiti invece serve per pulire ed eliminare polvere e altri residui dai tessuti, perfetta ad esempio per i divani, i sedili dell’auto o per i materassi ( anche se per questi ultimi è meglio la pulizia a vapore che elimina anche gli acari ) e può essere di tipo tradizionale o turbo-spazzola, particolarmente utile per i capelli e i peli di animale.
L’ultimo accessorio è la bocchetta con le setole che può essere usata per togliere la polvere dai mobili o da altre superfici delicate, alcuni modelli la propongono in una versione multi-funzione con setole retraibili.

igiene e pulizia 3Aspirapolvere o scopa elettrica?

Prima di scegliere quale aspirapolvere comprare è bene poi valutare attentamente l’uso che dobbiamo farne. I modelli a traino sono sicuramente più versatili e si prestano alla pulizia di diverse superfici grazie agli accessori intercambiabili, al tubo flessibile e a quello telescopico che permettono di arrivare anche nei punti più alti, ad esempio sopra i pensili o gli armadi.
I modelli verticali e le scope elettriche invece, sono sicuramente più pratici e veloci per pulire i pavimenti, ma non possono essere usati per altri scopi e soprattutto alcuni modelli, non piegandosi del tutto, non riescono ad aspirare bene sotto i mobili o sotto i letti.
Il tipo di pavimento, le diverse superfici da trattare e la disposizione della vostra casa (per una casa su più livelli sarà meglio orientarsi su un modello leggero e facile da trasportare) insieme ad altre particolari esigenze, come la presenza di animali o di persone allergiche, sono sicuramente tutti elementi da tener presente nella scelta.

come-pulire-i-pavimenti-con-il-vapore_edd74fb5e53cc8fe04148472afc80c23Pulizia a vapore

Una spiegazione a parte va invece per gli aspiratori e le macchine a vapore.
Come già accennato, il vapore è uno dei nostri maggiori alleati per una pulizia profonda, le alte temperature raggiunte permettono infatti di eliminare in modo efficace e senza ricorrere a sostanze chimiche dannose non solo lo sporco, ma anche acari e batteri causa di malattie e allergie.
Il vapore igienizza a fondo lasciando le superfici pulite e disinfettate ed è particolarmente utile specialmente per pulire i materassi, i divani e in generale, tutti gli imbottiti soprattutto se si hanno problemi di allergie.
Particolarmente utile anche per pulire in modo ottimale i tappeti e le moquette, alcuni modelli prevedono accessori specifici per la loro pulizia, accertatevi prima che il vostro tappeto o moquette possa essere pulito a vapore, alcuni tappeti infatti essendo molto delicati potrebbero danneggiarsi.
igiene e pulizia-vaporeAnche le macchine a vapore, come gli aspirapolvere, sono spesso dotati di un ricco set di accessori in modo da poter igienizzare non solo i pavimenti, ma anche sanitari, vetri, piastrelle e altre superfici, attenzione invece a non usarlo sui mobili specialmente se in legno o impellicciati perché l’alta temperatura a cui viene erogato il vapore potrebbe danneggiarli o sciogliere i collanti che tengono insieme l’impellicciatura.
Questo tipo di elettrodomestico è anche particolarmente indicato per la pulizia della cucina, del forno o della cappa aspirante su cui spesso restano residui di grasso e unto che viene sciolto e eliminato in modo eccellente dal vapore.
La pulizia a vapore è quindi una pulizia profonda ed efficace, ma che non è necessario eseguire quotidianamente, non solo per una questione di tempi, ma anche perché un uso troppo frequente potrebbe a lungo andare danneggiare le superfici più delicate.

detergentiIgenizzazione

Dopo aver eliminato la polvere e lo sporco grossolano da mobili e pavimenti si può passare alla fase finale di igienizzazione con i detergenti appositi ( a meno che non sia già stato usato il vapore ). Sui mobili si può quindi passare uno straccio, meglio se in microfibra, leggermente umido da usare con un prodotto specifico a seconda del materiale in questione, consigliamo in ogni caso l’utilizzo di detergenti il più possibile delicati che igienizzano senza danneggiare in alcun modo le superfici, rimandando quelli più aggressivi ( candeggina, ammoniaca, trielina…) solo a casi di estrema necessità. Questi prodotti infatti, oltre al rischio di danneggiare le superfici, sono anche pericolosi sia da utilizzare che per l’odore che emanano e che lasciano nell’ambiente, in particolare per i bambini e per gli animali.
Per il plexiglass, ad esempio, e per altre superfici lucide è meglio utilizzare solo acqua evitando prodotti chimici che rischiano di creare aloni e di opacizzarlo rovinandolo irreparabilmente.

igiene e pulizia pavimentiStraccio o macchina per lavare?

Il passaggio finale è quello della pulizia dei pavimenti, il metodo più comune è senz’altro quello di utilizzare lo straccio o il mocio con acqua calda e un detersivo apposito in base al tipo di pavimento da trattare, in commercio si trovano tantissime varianti, compresi prodotti 2 in 1 per pulire e lucidare allo stesso tempo senza dover passare anche la cera.
Un valida alternativa allo straccio sono le macchine per lavare i pavimenti, ne esistono di diversi tipi tra cui anche le versioni 3 in 1 che aspirano, lavano e asciugano allo stesso tempo aspirando l’acqua sporca e lasciando il pavimento solo leggermente umido.
Hoover Floormate Plus FL700Questi modelli sono senza dubbio estremamente comodi e veloci, oltre che più igienici perché utilizzano sempre acqua pulita al contrario dello straccio che viene risciacquato nella stessa acqua, l’unica pecca è che essendo abbastanza ingombranti non riescono ad arrivare bene sotto i mobili o negli spazi stretti fermandosi a qualche centimetro dal battiscopa. Per una davvero perfetta non sono quindi sufficienti e sarà necessario passare un aspirapolvere tradizionale negli angoli e sotto i letti.

Speriamo con questa piccola guida di esservi stati utili e vi raccomandiamo di leggere sempre attentamente il libretto di istruzioni o di chiamare il supporto tecnico dell’azienda produttrice in caso di dubbi o malfunzionamenti.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail